caporalato-679x350

Operazioni “Alto Impatto” e “Freedom” contro il caporalato

“Otto regioni e undici province monitorate: un plauso per i risultati dell’ulteriore fase del progetto denominato “Alto Impatto” e “Freedom” che ha visto impegnate in azioni di contrasto al caporalato, e grazie alla nuova norma voluta con determinazione da Matteo Renzi e dal Governo, numerose Squadre Mobili coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Antimafia e con il supporto degli Ispettorati territoriali del Lavoro.

Ancora una volta si conferma dunque tutta l’efficacia di questa Legge. A tutela del lavoro e dei lavoratori e di quelle imprese sane – e sono tantissime – che scelgono il rispetto della legalità e il rispetto delle condizioni di lavoro”, così la VM Teresa Bellanova, componente Segreteria nazionale Pd.

“Una ottima legge per la dignità delle persone e del lavoro”, prosegue la VM. “Nessuna criminalizzazione degli imprenditori agricoli ma l’urgenza di sconfiggere una pratica di sfruttamento e soprusi causa di un dumping interno e di una distorsione efferata del mercato che danneggia, per prime, proprio le imprese virtuose e responsabili.

“Il caporalato”, conclude Teresa Bellanova, “lo abbiamo detto tantissime volte, non si combatte solo per norma ma con un’alleanza convinta e ampia tra istituzioni, imprese – dell’intera filiera -, popolazione, territori. Lo sconfiggeremo veramente se anche le imprese, tutte le imprese agricole, comprese quelle piccole, avvertono come prioritaria la  tutela e la dignità del lavoro per un legame forte tra buona agricoltura e buona economia, per l’innovazione in agricoltura e per una agricoltura di qualità.

E spezzando definitivamente alcune dinamiche interne di subordinazione, prima tra tutte quella legata al trasporto verso i luoghi di lavoro”.